Header

Se le feste natalizie sono l’occasione per riunire i parenti, scambiarsi i regali e passare insieme qualche giorno, è altrettanto vero che è il periodo in cui si producono quantità di rifiuti davvero elevate.

Ecco cosa possiamo fare per ridurre il nostro carico di spazzatura famigliare:

Prediligere imballi mono-materiale (solo plastica, solo carta, solo alluminio o solo vetro): sarà più semplice stabilire dove gettarli o come riciclarli. Occhio alle confezioni di giocattoli: sono spesso costituite da parti sia in plastica, sia di cartone, due tipologie diverse di materiali che andranno opportunamente differenziate;

Usare carta da regalo riciclata: è elegante, originale e denuncia un’attenzione nei confronti dell’ambiente che sarà sicuramente apprezzata dal destinatario;

Aprire i pacchetti con cautela e tenete da parte la carta regalo: schiacciata sotto un libro pesante, tornerà utile per il prossimo anno. Se gettate la carta nell’apposito bidone per la raccolta differenziata,ricordatevi di rimuovere prima i residui di nastro adesivo e altri materiali non di cellulosa;

Il nastro che avvolge i regali si butta nell’indifferenziata perché non è di plastica pura. Prima di sbarazzarvene però, considerate la possibilità di riciclarlo;

Se dovessero rimanervi degli scatoloni da smaltire, appiattiteli con cura e, se molto grandi, riduceteli in tanti pezzi per facilitare il lavoro degli operatori addetti allo smaltimento.

 

Coldiretti stima che solo durante le feste si producano oltre 120 mila tonnellate di carta e cartone che possono riprendere a vivere, diventando una nuova risorsa. Impegniamoci per farlo!!

L’ alluminio, una volta riciclato, ha proprietà equivalenti a quello originario, quindi può essere impiegato per nuovi imballaggi e molto altro… differenziamolo bene!

Qui alcuni importanti consigli

 

alluminio

Se la pizza è un piacere che gli italiani si concedono tutto l’anno, è altrettanto vero che durante i Mondiali di Calcio il consumo da asporto tra le mura domestiche aumenta notevolmente. Bandiere e amici stanno per invadere le nostre case, quando tradizione e scaramanzia porteranno con sé anche il “rito” della pizza a domicilio: ma dove si butta, una volta finito di esultare, il contenitore della pizza?

cartone_pizza

Il contenitore della pizza se pulito e privo di residui di cibo, va gettato insieme alla carta, come un normale cartone da imballaggio. Se invece è visibilmente sporco di olio, mozzarella o pomodoro, le operazioni da fare sono due: il coperchio pulito – che solitamente non viene intaccato dalla pizza – va strappato e messo nel contenitore della carta, mentre la parte imbrattata di cibo va spezzettata e avviata a riciclo insieme alla frazione umida, ove presente. Se nel proprio comune la raccolta dell’umido non è ancora attiva, allora il contenitore sporco di cibo va messo nel sacco dell’indifferenziato.

Risolvi tutti i tuoi dubbi su dove conferire correttamente i tuoi rifiuti con il Dizionario dei Rifiuti.

Leggi l’articolo completo: Comieco